Skip to main content

LIFE IS GOOD

3.5 7

Sono tornati.

Dopo 6 anni dall’ultimo album in studio e a 20 anni dalla loro formazione, escono con Life is Good i Flogging Molly, americani con origini irlandesi, massimi rappresentanti, assieme ai Dropkick Murphys, dell’ irish punk.

Non tanti album per la loro ventennale carriera, ma molti molti concerti, perchè si, gli album sono importanti, ma la vera forza, il vero coinvolgimento che sa creare questo gruppo (e più in generale questo genere musicale) lo puoi capire solamente partecipando ad un loro concerto (e parlo per esperienza personale – ho partecipato al loro concerto nel 2008 al fu Rolling Stone).

Di seguito un esempio di quello che cerco di far passare:

Tornando all’album, è prodotto da Joe Chiccarelli (già produttore tra gli altri degli U2, White Stripes e Beck) e registrato in studio a Dublino, ed era stato anticipato da questo stupendo teaser.

Questa volta però l’album è un po meno punk (per intenderci, del tipo Drunken Lullabies) e più irish song, con 12 tracce che ti portano in un pub irlandese, dove la Guinnes scorre a fiumi e la gente allegra ha voglia di divertirsi in compagnia. Ci sono brani che raccontano della forza e capacità di ribellarsi (Reptiles ( We Woke Up)), storie nostalgiche e malinconiche, come quella di John L. Sullivan, l’ultimo pugile a vincere un titolo di pesi massimi nell’ultimo incontro a mani nude (The Hand of John L. Sullivan).

Se volete vivere un loro concerto, attenzione attenzione: 11 Luglio al Carroponte suoneranno insiema a nientepopodimeno che…. I Dropkick Murphys! Evento da non perdere per vedere due delle migliori band irish punk in circolazione!

 

Scelte da noi per voi: The Hand of John L. Sullivan, Life is Good, Reptiles (We Woke Up)

 

Andrea

Appassionato di ogni genere di musica fin da giovane età, una delle poche cose senza cui mi è impossibile vivere. Una strada contorta e svariata, partendo dal punk rock, passando per il rock classico, blues, jazz e indie. Un'unica certezza: "Abbiate una fiducia di ferro in voi stessi, ma dubitate sempre: vi tiene svegli e all’erta. Pensate sempre di essere i figli di puttana più fichi della città, e pensate sempre che fate schifo!"

Rispondi