Skip to main content
mr tambourine man

9 MAGGIO 1964

Durante una sessione notturna alla Columbia Recording Studios, a New York, Bob Dylan registra Mr. Tambourine Man.

mr tambourine man

 

Le canzoni non sono che pensieri fatti per fermare il tempo per un istante. Le canzoni devono essere abbastanza epiche da dare l’illusione di fermare il tempo. Sentire una canzone è sentire il pensiero di qualcuno, non importa cosa vi sia descritto. Non scriverei mai una canzone di fantasia. Anche Mr. Tambourine Man non è una vera e propria fantasia, ha la consistenza di un sogno. Perché è qualcosa che ho visto. […] Io sono un messaggero: capto le cose, cose che arrivano fino a me perché io possa poi riproporle nel mio particola stile (Bob Dylan)

In effetti, Mr. Tambourine Man non è un personaggio della fantasia di Bob Dylan, anche se di questo personaggio sono state date diverse interpretazioni: Dylan dichiarò che il Mr. Tamburino (traduzione italiana utilizzata da Battiato nella sua Bandiera Bianca) è Bruce Langhorne, un musicista che aveva contribuito nei primi album di Bob, che un giorno si presentò in studio con un enorme tamburino al collo. Questa immagine colpì così tanto Bob Dylan che decise di scriverne una canzone.

Ma secondo altre versioni, Mr. Tambourine Man è il nome in codice degli spacciatori di droga nella zona di New York. Quando si voleva approcciare uno spacciatore, gli si diceva: Hey Mr. Tambourine Man, play a song for me e lo spacciatore forniva la dose.

Sta di fatto che la canzone è una delle poche che è entrata nella classifica delle canzoni più belle di sempre di Rolling Stones in due versioni: quella di Bob Dylan e quella dei The Byrds. Qual’è la migliore? a voi la scelta…

Andrea

Appassionato di ogni genere di musica fin da giovane età, una delle poche cose senza cui mi è impossibile vivere. Una strada contorta e svariata, partendo dal punk rock, passando per il rock classico, blues, jazz e indie. Un'unica certezza: "Abbiate una fiducia di ferro in voi stessi, ma dubitate sempre: vi tiene svegli e all’erta. Pensate sempre di essere i figli di puttana più fichi della città, e pensate sempre che fate schifo!"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.