Skip to main content
Nina Simone

I GOT NO… I GOT LIFE (Nina Simone, 1968)

In questo tempo di crisi, che non è solo crisi economica, è facile abbattersi puntando l’indice su tutto ciò che manca alla propria vita. Guardare le offerte di lavoro, i requisiti richiesti e il proprio curriculum vitae, può facilmente demoralizzare. Io non ho molti soldi, al momento neanche un lavoro stabile, non ho nessuna abilitazione particolare che potrebbe aprirmi le porte di una categoria lavorativa specifica, ho passioni che non pagano. Non ho la faccia tosta né di bronzo, non riesco a mentire, non sono un tipo sicuro di sé.

Non ho una casa mia, non ho talenti sportivi né ormai la possibilità di verificarlo. Non so suonare dignitosamente nessuno strumento musicale. Non sono un genio informatico…

Potrei andare avanti per pagine e pagine, come molti di voi, credo.

Quello che non tutti riescono a fare, però, è convertire (cum-vertere: ruotare, girare…) lo sguardo, a puntarlo su ciò che si ha e che nessuno può togliere, fino a urlare, come Nina Simone nella seconda parte di questo straordinario brano, “I got life!”.

Ho una moglie stupenda, ho un mare di amici, ho una bella famiglia numerosa, vivo in Italia, il paese più bello del mondo (nonostante ciò che si sente al telegiornale), ho fantasia, ho studiato, so scrivere, il mondo è pieno di musica, ho salute, ho due gambe e due braccia… esisto! Questo è il più grande regalo che si possa immaginare.

Fate vostra questa canzone!

 

 

Brian

Amo mangiare, bere, dormire e... Cosa mi distingue da un grosso orso? Pochi peli e l'amore per la musica. Genere preferito? Femminile, naturalmente! PS: sono marito, padre e professore, ma questa è un'altra storia...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.