Skip to main content

JANUARY HYMN (The Decemberists 2011)

TheDecemberists

Brano contenuto nell’album ‘The King is Dead’, pubblicato il 14 gennaio 2011.

Colin Meloy, leader della band, verso la fine del 2009 si trasferisce in una zona di campagna a dieci minuti a nord di Portland (Oregon), con la moglie e il giovane figlio. La canzone è ispirata dal primo mese di gennaio vissuto con la famiglia nella nuova casa, quando l’inverno porta un metro di neve.

“Portland si spegne da sola quando arriva un pò di neve, ma qui dove siamo noi non ce ne accorgiamo neanche” – dice Meloy in un’intervista al Guardian – “riusciamo a malapena ad avere i servizi di base: quando arrivò la neve rimanemmo bloccati per 10 giorni, niente spazzatura, niente posta. E’ stato fantastico. Così la canzone parla solo di spalare la neve, ripensando a tutta la neve ho spalato quando ero bambino.”

On a winter’s Sunday I go
To clear away the snow
And green the ground below

April all an ocean away
Is this a better way to spend the day?
Keeping the winter at bay

What were the words I meant to say
Before you left
When I could see your breath lead
Where you were going to

Maybe I should just let it be
And maybe it will all come back to me
Seeing, oh, January, oh

How I lived a childhood in the snow
And all my teens in tow
Stuffed in strata of clothes

Hail the winter days after dark
Wandering the gray memorial park
A fleeting beating of hearts

What were the words I meant to say
Before she left
When I could see her breath lead
Where she was going to

Maybe I should just let it be
And maybe it will all come back to me
Seeing, oh, January, oh

Luca

Non laureato, vivo ai margini della società. In genere mi interesso di cose che non interessano a nessuno. Da quando ho smesso di fumare ho cominciato a bere e comunque ho sempre voglia di fumare. Non so scrivere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.