Skip to main content

LAURA PALMER (Bastille, 2013)

laura palmer

« Il mio nome è Laura Palmer, e da soli tre piccoli minuti, ho ufficialmente compiuto dodici anni! È il 22 luglio 1984, ed ho proprio avuto una bella giornata! Tu sei stato l’ultimo regalo che ho aperto e sono riuscita a stento ad aspettare di venire al piano superiore ed iniziare a dirti tutto riguardo me e la mia famiglia. Sarai l’unico con cui mi confiderò di più. Prometto di dirti tutto ciò che succede, tutto ciò che sento, tutto ciò che desidero. E ogni singola cosa che penso. Ci sono alcune cose che non posso dire a nessuno. Prometto di dire queste cose a te. »

(Incipit de Il diario segreto di Laura Palmer)

Laura Palmer è un personaggio immaginario protagonista della serie televisiva statunitense I segreti di Twin Peaks, creata da Mark Frost e David Lynch.

Laura Palmer è una liceale diciassettenne che conduce un’insospettabile doppia vita. La ragazza è la vittima del misterioso omicidio al centro delle vicende della serie, che farà emergere i numerosi segreti della cittadina e darà inizio alle indagini dell’agente Cooper.

All’epoca in cui la serie era trasmessa, la frase “Chi ha ucciso Laura Palmer?” divenne un vero e proprio tormentone.

bastille-main

Laura è apparentemente simile a molte altre sue coetanee, ma in realtà profondamente diversa. Intelligente, estroversa, bella e di animo gentile, Laura è considerata dai genitori e dalla cittadinanza di Twin Peaks come un modello di perfezione da imitare: svolge attività di volontariato, è stata più volte eletta reginetta di bellezza, ha ottimi voti a scuola e tutti la conoscono, l’ammirano e l’amano. Sebbene la sua vita sembri idilliaca, tuttavia, Laura vive in realtà un profondo dramma interiore, legato, come si apprende dalle pagine del suo diario, alla perdita dell’innocenza a causa di un uomo che ella chiama BOB e che abusa di lei dalla prima adolescenza.

Laura ha sviluppato un terribile senso di colpa e, insieme ad esso, una profonda e folle ossessione per il sesso compulsivo, che la porta ad avere numerosi amanti, quali Bobby Briggs, James Hurley, Leo Johnson, Harold Smith, il dottor Jacoby, Benjamin Horne, Jean Renault, Jacques Renault e persino Ronette Pulaski; nonché a servirsi di un forte ausilio di cocaina ed a lavorare part-time al One Eyed Jacks come prostituta.

Tali ossessioni (sesso, droga e promiscuità) sono giustificate dalla ragazza stessa come “anestetizzanti” del dolore provato a causa di BOB. Il peso dei suoi segreti ed il suo desiderio di confessare la sua doppia vita la porta a tenere due diari, uno dei quali contenente le verità riguardo le sue più torbide passioni.

La consapevolezza di essere un’anima perduta non fa altro che spingerla più giù nel baratro della perdizione umana, da cui ella pensa, fin dalla giovanissima età, di non potersi mai salvare; motivo per il quale cerca di dissuadere la sua migliore amica, Donna Hayward, dal seguire le sue orme e scivolare nel suo stesso baratro.

È anche questa consapevolezza a condannarla a morte: ella si consegna nelle mani del suo assassino mediante il suo agire, in una specie di estremo sacrificio che, da ciò che sembra di capire, alla fine salverà la sua anima.

Il mattino del 24 febbraio 1989, il corpo di Laura Palmer venne rinvenuto a riva dal pescatore Pete Martell, dando inizio alle indagini dell’FBI ed alle vicende narrate nella serie.

Camminando nel buio
Tagliando un percorso diverso
Diretti dal tuo cuore che batte

Tutte le persone del paese
Hanno gettato i loro occhi a terra
Nelle questioni di cuore

La notte era tutto quello che avevi
Sei scappata nella notte da tutto quello che avevi
Hai trovato un percorso sul terreno
Sei scappata nella notte, non puoi essere trovata
Ma

Questo è il tuo cuore
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?
Pompa attraverso le vene
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?

Soffiavano le brezze serali d’estate
Voci affogavano nel tuo profondo
Condotte dal tuo cuore che batte

Che anno e che notte
Che terrificanti attrazioni finali
Metti fuori il tuo cuore che batte

La notte era tutto quello che avevi
Sei scappata nella notte da tutto quello che avevi
Hai trovato un percorso sul terreno
Sei scappata nella notte, non puoi essere trovata
Ma

Questo è il tuo cuore
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?
Pompe attraverso le vene
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?

Se tu avessi la tua pistola spareresti verso il cielo, perché?
Per vedere dove sarebbe caduta, verresti mai?
Se tu avessi la tua pistola spareresti verso il cielo, perché?
Per vedere dove il proiettile sarebbe caduto, verresti mai?

Questo è il tuo cuore
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?
Pompe attraverso le vene
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?
Questo è il tuo cuore che corre
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?
Pompe attraverso le vene
Riesci a sentirlo? Riesci a sentirlo?

Samuele

Tecnico di regia radio/TV e fonico freelance. Ho iniziato a fare radio illegalmente nella cantina di casa, genio del suono e non solo. Mi piace mangiare male e fumare ancora peggio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.