Skip to main content
Manic Monday

MANIC MONDAY (The Bangles 1986)

Oggi è lunedì, giorno a me particolarmente ostico.

“Manic Monday” è il primo vero singolo di successo della band americana The Bangles, formatasi nel 1981.

Il gruppo è interamente femminile, non lo conosco affatto; a parte questa simpatica e orecchiabile canzone che sono in procinto di proporvi.

The Bangles
The Bangles

Il brano è stato scritto da Prince nel 1984, due anni dopo sotto il falso nome di Cristopher (non ho idea del motivo) decide di proporlo a Susanna Hoffs, leader dei Bangles. La band “covera” la canzone ed subito successo.

“Sono di già le sei 
Ero proprio nel bel mezzo di un sogno
Stavo baciando Valentino
Vicino a un ruscello italiano di color blu cristallino

Ma non posso arrivare in ritardo
Perchè se arrivo in ritardo penso che allora non verrei pagata
Questi sono i giorni
Quando speri che il letto sia già fatto

E’ solo un altro frenetico Lunedì
Spero che sia Domenica
Perchè è il mio giorno di svago
Un giorno in-cui-non-devo-correre
E’ solo un altro frenetico Lunedì

Dover prendere il treno di mattino presto
Essere al lavoro per le nove
E anche se avessi un aeroplano
Non riuscirei comunque ad arrivare in orario

Perchè ci metto tanto tempo
Solo per decidere che vestito metterò
Rimproverarmi poi per la scelta che ho fatto mentre sono sul treno
Quando il capo è già arrivato in ufficio

E’ solo un altro frenetico Lunedì
Spero che sia Domenica
Perchè è il mio giorno di svago
Un giorno in-cui-non-devo-correre
E’ solo un altro frenetico Lunedì

Tutte le notti
Perchè il mio amante abbia dovuto scegliere l’ultima notte
Di Impasticcarsi
Non importa
Che io debba sfamare noi due
Il lavoro scarseggia
Lui mi dice con la sua voce da camera da letto
Dai dolcezza, facciamo un pò di casino
Il tempo scorre così velocemente
Quando ti stai divertendo

E’ solo un altro frenetico Lunedì
Spero che sia Domenica
Perchè è il mio giorno di svago
Un giorno in-cui-non-devo-correre
E’ solo un altro frenetico Lunedì” 

La protagonista della canzone si sveglia di soprassalto alle sei di mattina, è già lunedì ma con la testa è ancora immersa nel sogno amoroso fatto la domenica sera. E’ tardi, deve vestirsi, prendere il treno per andare a lavoro; il suo capo sarà già in ufficio.

Insomma, la situazione che più o meno viviamo tutti noi il lunedì mattina.

Buona giornata e buon ascolto!

Mario

Mario

Laureato in economia, ma ciò che amo veramente è la musica e provo anche a scriverci qualcosa. “A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi dà più calorie“ Follow @guerci_mario

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.