Skip to main content

MR. JONES (Counting Crows, 1993)

Mi piace sempre quando chi canta racconta storie.

I racconti sono diretti, non hanno bisogno di interpretazione, non lasciano scampo, non sono poesia, sono solo quello che viene descritto, nient’altro, punto.

I Counting Crows, raccontano storie, sincere, e quindi commerciali, ma non scontate.

Lo stile è “aor” sì, ma di gran classe. Le loro canzoni sono ritratti di una generazione inquieta, alla perenne ricerca di uno scopo.

L’album dal quale arriva la canzone di oggi è uscito nel pieno dell’esplosione del grunge, ma sembra farsene un baffo del decadentismo e della tristezza tipica di quel genere.

Musicalmente “Mr. Jones” è abile a far rivivere la magia dei Byrds con un giro di chitarra/basso/batteria ossessivo ma melodico, un po’ alla maniera dei Talking Heads, mentre gli assoli sono lasciati alla sola voce di Duritz, cantante e frontman della band.

Ero giù a New Amsterdam e guardavo quella ragazza bionda, Mr Jones comincia una conversazione con un ballerino di flamenco dai capelli scuri.
Lei balla mentre suo padre suona la chitarra.
Improvvisamente diventa bella.
Vorrei essere bello e ballare questo silenzio per tutto il mattino.
Basta Maria! Mostrami dei balli Spagnoli. Passami una bottiglia.
Mr Jones, credi in me. Aiutami a credere in qualcosa, voglio essere una persona che crede.
Io e Mr Jones ci raccontiamo delle fiabe,
guardiamo belle donne (e diciamo)
“Sta guardando te, ah no sta guardando me!”
Sorridendo mella luce che splende, andando insieme;
quando qualcuno ti ama non puoi mai essere solo.
Dipingerò il mio ritratto, mi dipingerò in blu, rosso, nero e grigio.
Ogni cosa di questi bellissimi colori è piena di significato.
Il grigio è il mio preferito,
Mi sono sentito così simbolico ieri. Se conoscessi Picasso, mi comprerei una chitarra grigia e suonerei.
Voglio essere un leone, tutti vogliono sembrare gatti
tutti vogliamo essere delle grandi stars, ma tutto per ragioni diverse.
Credi in me perché io non credo in niente,e voglio essere qualcuno che crede.
Io e Mr Jones, trascinandoci nel sobborgo, guardiamo le belle donne,
“E’perfetta er te, deve pur esserci una adatta a me! “Vogio essere Bob Dylan. Mr Jones vorrebbe essere qualcuno un pochino più funky,
Quando qualcuno ti ama sei funky al punto giusto.
Io e Mr Jones guardiamo il video, quando guardo la televisione, voglio vedere me stesso che si guarda, vogliamo tutti essere delle grandi stars, ma non sappiamo né come né perché
Ma quando qualcuno mi ama, sono proprio molto felice.
Io e Mr jones
saremo delle grandi stars

Samuele

Tecnico di regia radio/TV e fonico freelance. Ho iniziato a fare radio illegalmente nella cantina di casa, genio del suono e non solo. Mi piace mangiare male e fumare ancora peggio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.