Skip to main content

SARAH (Thin Lizzy 1979)

«Ci sono state band simbolo di un periodo e poi scomparse senza gloria. Ma anche altre che, pure dopo il loro declino, sono rimaste immortali. I Thin Lizzy fanno sicuramente parte del secondo campo.» (Phil Alexander)

Thin Lizzy
Thin Lizzy

Dopo questa frase da veri spacconi, introduco la canzone di oggi: “Sarah”.

Sono molto legato a questo brano in quanto mi riporta indietro nel tempo quando, insieme ad alcuni amici, ancora alle prime armi dal punto di vista della cultura musicale, ascoltavamo dei cd misti fatti totalmente a caso. Ognuno portava qualcosa scoperto a casa, magari dai propri genitori, e così si creavano questi “Greatest Hits” che ci scambiavamo, li barattavamo, rubavamo e soprattutto ascoltavamo.

Non ho mai scoperto chi l’avesse introdotta, ma Sarah di Thin Lizzy divenne un cavallo di battaglia di quel periodo!

Ve la propongo:

La canzone è stata scritta dal cantante Phil Lynott ed è dedicata alla sua appena nata bambina, il testo è molto semplice ma altrettanto bello:

“When you came in my life, you changed my world
My Sarah
Everything seemed so right, my baby girl
My Sarah
You are all I want to know
You hold my heart, so don’t let go
You are all I need to live
My love to you, I’ll give
My Sarah

When you begin to smile you change my style
My Sarah
When I look in your eyes I see my prize
My Sarah
You are all I want to know
You hold my heart, so don’t let go
You are all I need to live
My love to you, I’ll give

You are all I want to know
Oh, my Sarah
Don’t let go, oh, no
My Sarah
You are all I want to know
You hold my heart, so don’t let go
You are all I need to live
My love to you, I’ll always give

You are all I want to know
You hold my heart so don’t let go
You are all I want to know
Oh, my Sarah
Yes, you changed my style
With your baby smile
Sarah

Childlike charms, keep me warm
Hold you in my arms
Sarah
Change my world, my baby girl
Sarah
All I want to know
Don’t let go”

Buon ascolto!

Mario

Mario

Laureato in economia, ma ciò che amo veramente è la musica e provo anche a scriverci qualcosa. “A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi dà più calorie“ Follow @guerci_mario

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.