Skip to main content

THE SAINTS ARE COMING (U2 ft. Green Day, 2006)

katrina-1

“Ed ora che canzone ti canto, che la chitarra l’ha portata via il fiume?
Ed ora che canzone ti suono, che la mia tromba l’ha soffiata via il vento?”

[Cit. New Orleans, Davide Van De Sfroos, Pica]

“The Saints Are Coming” è il secondo singolo degli U2 estratto dalla raccolta di successi intitolata “U2 18 Singles”, pubblicata nel 2006.

Il brano realizzato con la collaborazione dei Green Day è una cover del brano degli Skids, band punk scozzese che lo pubblicò nel 1978.

U2 e Green Day hanno scritto questa canzone come gesto di solidarietà nei confronti delle vittime dell’uragano Katrina che si scatenò a New Orleans nel 2005.

Oggi nel 2005 la tragedia si consumava davanti agli occhi del popolo di New Orleans. Quel giorno l’uragano provocò più di un migliaio di vittime. Quella di oggi vuole essere una canzone per ricordare le vittime dei disastri e per ricordarci che nè vita nè morte è nelle nostre mani.

C’è una casa a New Orleans
chiamata il Sole sorgente
che è stata la rovina
di tanti poveri ragazzi
oh Dio, so di essere uno di loro

piansi al telefono con mio padre, “per quanto ancora?”
“fino a quando le nuvole si dissolveranno e verrai giù”, la linea cadde
ma le ombre sono rimaste ancora sin dalla tua venuta, la tua venuta
piansi al telefono con mio padre, “per quanto ancora?”
“fino a quando le nuvole si dissolveranno e verrai giù”, la linea cadde
ma le ombre sono rimaste ancora sin dalla tua venuta, la tua venuta

i Santi stanno arrivando
i Santi stanno arrivando
dico, non importa quanto io ci provi
capisco che non può esistere replica

i Santi stanno arrivando
i Santi stanno arrivando
dico, non importa quanto io ci provi
capisco che non può esistere replica

annegando in fiumi di sofferenza, il dolore più profondo, per quanto ancora?
fino a quando un mutamento del tempo non condanna la fiducia, per quanto ancora?
quando la guardia notturna fa entrare il ladro, cosa c’è di sbagliato?

i Santi stanno arrivando
i Santi stanno arrivando
dico, non importa quanto io ci provi
capisco che non può esistere replica

Samuele

Tecnico di regia radio/TV e fonico freelance. Ho iniziato a fare radio illegalmente nella cantina di casa, genio del suono e non solo. Mi piace mangiare male e fumare ancora peggio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.