Skip to main content
GAZZELLE - cantante

Intervista: GAZZELLE

Abbiamo fatto qualche domanda al misterioso Gazzelle; per chi segue il sottobosco musicale italiano (ormai non più tanto sottobosco), ne avrà già sentito parlare. A breve, il 3 marzo, uscirà per Maciste Dischi il suo disco di debutto: Superbattito.

Poco si sa di lui: gli piacciono le foto sfocate, gli occhiali da sole, lo zenzero e lo zucchero filato, si dice che abbia una debole per le felpe sporche della sera prima e abbiamo scoperto che ama i documentari sugli animali (come noi!).

“È un disco che parla di emozioni sparse qua e là, di casini mentali, qualche bacio in macchina alle 4 di notte e qualche serata andata storta.”

 

“Postitudine” cit @momusso ?

Un post condiviso da GAZZELLE ? (@gazzelle__) in data:

ITF:  Ciao Flavio, questo il tuo nome, partiamo dalle origini. Come e quando hai iniziato a fare musica? Quando è stato il momento/periodo in cui hai detto: “ok, ci provo e vediamo cosa succede”?

G: Ho iniziato da bambino, ho sempre voluto fare questo. Non ho mai avuto un piano b.

ITF: Si è creato un hype pazzesco intorno alla tua figura, forse anche grazie all’alone di mistero che ti avvolge, ti aspettavi tutto questo riscontro?

G: No, zero. Poi ancora non ho capito cosa vuol dire hype in realtà.

ITF: Allora, il nome Gazzelle (non so perché), ma mi mette nostalgia, forse perché ha un non so che di vintage/romantico – penso alle scarpe – centrano qualcosa o è solo perché stai in fissa con i documentari?

G: Mi piaceva molto come nome, il suono soprattutto. I documentari li vedo spesso, di recente ne ho visto uno pazzesco sugli scimpanzé con luca, il mio coinquilino.

Gazzelle - zucchero filato

ITF: Roma: Roma è sia arte che degrado, invivibile ma unica e culla della nuova musica di oggi; per te cos’è Roma?

G: Per me Roma e’ casa, non riesco ad immaginarmi a vivere in un’ altra città. Qui c’è tutto quello di cui ho bisogno e soprattutto anche tutto quello di cui non ne ho. E’ perfetta.

ITF: Tifi Lazio o Roma?

G: Tifo Maciste Dischi !:)

ITF: A breve esce il disco, Superbattito ci puoi dire qualcosina? Chiaro è che il fattore ragazza=stronza=sconvolgimento è il grande protagonista.

G: Si in realtà questa cosa delle stronze e’ stata un po’ ingigantita, non è che parla di ragazze stronze questo disco, in realtà non parla neanche solo di ragazze in generale. È un disco che parla di emozioni sparse qua e là, di casini mentali, qualche bacio in macchina alle 4 di notte e qualche serata andata storta. Ci sono un sacco di cose in questo disco. Appunto non solo persone, non solo io, ma anche cose. 

Gazzelle - Superbattito COVER WEB

ITF: Cosa ascolta Gazzelle? Più roba italiana o straniera?

G: dipende, ascolto parecchie cose. Ascolto molta Trap americana.  Poi dipende dai giorni, ora per esempio sto in camera e sto ascoltando Fugazi, prima l’ultima di Mannarino, carina.

ITF: Se dovessi scegliere tre dischi da portarti su di un’isola deserta quali sceglieresti?

G: Diciamo che porterei altro su un’ isola deserta.

ITF: Quale pensi sia il musicista italiano più interessante uscito negli ultimi anni?

G: non saprei, diciamo che sono anni positivi secondo me per la musica italiana. Sono felice di questo e credo sia normale che ogni tot anni cambi un po’ il vento. Spero solo non sia un vento freddo.

 

 

Mario

Laureato in economia, ma ciò che amo veramente è la musica e provo anche a scriverci qualcosa. “A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi dà più calorie“ Follow @guerci_mario

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.