Skip to main content

2016 – FIMI introduce una classifica dedicata al solo vinile

Dopo anni di silenzio, si consolida il rispetto per un supporto che torna a ritagliarsi un’importante percentuale dell’industria.

La classifica dei “vinili” si aggiunge ufficialmente alla Top Of The Music by FIMI / GfK Italia da gennaio 2016. Dopo anni di silenzio, la vendita del vinile ha ripreso progressivamente a far parlare di sé, ritrovando nuovamente l’attenzione dei consumatori di musica e riappropriandosi così di una propria nicchia di mercato.

TRENDITALIANO_LPsVinyl

Sebbene si parli di una quota ancora molto piccola che a novembre 2015 si attestava intorno al 4% del mercato discografico italiano (+74% rispetto all’anno precedente) , si tratta di un segmento che ha riscosso negli ultimi anni un’attenzione crescente e ha registrato un aumento progressivo e costante. La classifica dedicata ai vinili, esordisce quindi con la prima settimana del 2016, ma si accompagna alla chart annuale del 2015 che, come di consueto, riporta i titoli dei maggiori successi annuali.

 200_s

I primi dieci titoli dell’anno appena trascorso, vedono in testa “Rattle That Lock” di David Gilmour, seguito da “Lorenzo 2015 CC.” di Jovanotti e da “The Dark Side of The Moon” dei Pink Floyd.La composizione della classifica settimanale appare molto diversa e si apre con “Le Cose Che Non Ho” di Marco Mengoni. Lascia più spazio a titoli contemporanei, con una buona alternanza tra titoli internazionali e locali.

Samuele

Tecnico di regia radio/TV e fonico freelance. Ho iniziato a fare radio illegalmente nella cantina di casa, genio del suono e non solo. Mi piace mangiare male e fumare ancora peggio.

One thought to “2016 – FIMI introduce una classifica dedicata al solo vinile”

Rispondi