Skip to main content

Rolling Stones: gran finale (?) con Lady Gaga e Bruce Springsteen

Ieri sera, dal Prudential Center di Newark, New Jersey, è stato trasmesso in tutto il mondo -in pay per view-, l’ultimo concerto del tour “50 and counting”, organizzato dai ragazzi per celebrare appunto i 50 anni di carriera musicale.

Il mini tour di sole 5 date (due alla O2 Arena di Londra, una a Brooklynn e altre due a Newark), ha visto la partecipazione di ospiti illustri, tra cui Eric Clapton, Florence Welch, John Mayer, Mick Taylor.

Il mega finale non poteva essere da meno.

Lady Gaga compare sul palco per un’esecuzione impeccabile di Gimme Shelter, addobbata per la festa e davvero carica, ricordando nelle movenze quelle di qualche strano animale marino. Comunque, checché se ne dica, si conferma una bomba di talento puro:

I due Black Keys (per chi non li conoscesse, duo chitarra-batteria) appaiono a metà concerto: sul palco ben due batterie e tre chitarre incalzano Who do you love? Di Bo Diddley:

Springsteen è invece invocato a gran voce da Mick, per accompagnarlo sulle note di Tumbling Dice. Bruce qui è a casa sua e sfodera contento tutto il timbro “black” di cui è stato dotato:

C’mon! E l’ultimo abbraccio è per Keith Richards, il sopravvissuto.

Da voci insistenti sembra che i Rolling Stones ci stiano prendendo gusto e che probabilmente in aprile suoneranno al festival di Coachella (Los Angeles).

Alcuni parlano anche di un nuovo album in cantiere.

Chissà se Bruce avrà ricordato loro quanto è bello suonare a San Siro…

Luca

Non laureato, vivo ai margini della società. In genere mi interesso di cose che non interessano a nessuno. Da quando ho smesso di fumare ho cominciato a bere e comunque ho sempre voglia di fumare. Non so scrivere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.