Skip to main content

SAY IT OUT LOUD

3.5 7

Say It Out Loud è il secondo album in studio realizzato dagli The Interrupters, punk band californiana.

La genesi degli The Interrupters avviene nel 2009. Durante un tour la cantante solista Aimee Interrupter (all’anagrafe Aimee Allen) – che diventerà la cantante del gruppo – incontra i Telecasters, band formata dai fratelli Bivona (Kevin alla chitarra, Justin al basso e Jesse alla batteria). Nasce così l’idea di formare una punk-ska band, e il progetto viene benedetto nientemeno che da Tim Armstrong, leader dei Rancid, che ne capisce le potenzialità e comincia a coinvolgerli in diversi progetti con il suoi Time Bomb & Friends.


Arriva la produzione del primo album The Interrupters (2014), prodotto proprio da Tim Armstrong e pubblicato dalla sua etichetta Hellcat: debutta con buon successo, raggiungendo la 95° posizione nella classifica Itunes US.
Ma il botto avviene nel 2016 con Say It Out Loud, secondo LP, sempre prodotto da Tim Armstrong e pubblicato da Hellcat. Raggiunge la posizione della classifica Billboard Heatseekers Album, la 38° della classifica Billboard Top Rock Albums e debutta alla 56° posizione della classifica Itunes US.

Il loro ultimo passaggio in Italia è stato a Gennaio, dove hanno aperto il concerto sold out dei Green Day al Forum d’Assago.

Passando all’album, sono brani con una sonorità punk sbilanciato verso lo ska, non aggressivo e molto allegro, con trombe e giri di basso che ti fanno venire voglia di ballare: racchiudono tutta la bellezza e le caratteristiche del punk californiano. E poi, a mio parere, la voce di Aimee è proprio bella, calza a meraviglia con questo genere. I richiami ai Rancid sono di continuo: nel video di By My Side compaiono persone che indossano maglie dei Rancid e di ... And Out Comes the Wolves; nel testo sono richiamati continuamente fatti legati ai Rancid: You’ve been there since Queen St. in 1993 (anno di pubblicazione del primo album dei Rancid) e nella seconda strofa You had a pickup truck with the music turned up“Let’s Go!” cassete side B (terzo album dei Rancid, uno dei più famosi).

Ma sopratutto il ringraziamento nel booklet dell’album:

“Thank you: Tim for being our brother and the 5th interrupter”

Le canzoni da ascoltare per avvicinarsi a questo gruppo? By My Side, She Got Arrested e Phantom City (proprio con Tim Armstrong).

Buon Ascolto e

See Ya in the Pit

Rancid - See ya in the Pit

 

 

Andrea

Appassionato di ogni genere di musica fin da giovane età, una delle poche cose senza cui mi è impossibile vivere. Una strada contorta e svariata, partendo dal punk rock, passando per il rock classico, blues, jazz e indie. Un'unica certezza: "Abbiate una fiducia di ferro in voi stessi, ma dubitate sempre: vi tiene svegli e all’erta. Pensate sempre di essere i figli di puttana più fichi della città, e pensate sempre che fate schifo!"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.