Skip to main content

LA SOTTRAZIONE DELLA GIOIA (2017)

Di Cambogia si è parlato tanto, forse più per l’Hype che si era creato sui vari social che per il suo reale valore. Scandalo e indignazione generale aveva creato la sua figura da molti definita come la parodia del più famoso Calcutta; vedi nome, etichetta e gruppo su Facebook. Forse non tutti credevano nel reale […]

VOYAGER (2017)

Ci sono album che per la sola copertina meritano di essere ascoltati, dischi che grazie alla sola cover si guadagnano a mani basse il titolo di “disco da ascoltare” (poi succede spesso che dopo le prime tre canzoni te ne penti) . Ecco, Voyager, ultimo disco del DJ francese Pascal Arbez-Nicolas, conosciuto al mondo come Vitalic, […]

Primo video di BIRØ: Ansia (le luci)

“Incipit” è l’EP d’esordio di Birø, prima produzione di RC Waves. Disponibile su YouTube e in free download su Soundcloud dal 31 Marzo. Birø è un cantautore classe 1990 originario di Varese. Un progetto che mira a coniugare testi propri della tradizione cantautorale italiana con la musica elettronica e a raccontare storie attraverso musica e […]

L’AMORE E LA VIOLENZA (2017)

Ho ascoltato l’ultimo dei Baustelle, ovvero ho ascoltato l’ultimo di Franco Battiato. Breve digressione sul pop italiano contemporaneo: il grande tema è ormai sulla bocca di tutti, ne parlano gli addetti ai lavori, i critici musicali che hanno il blog (cit.), i giornalisti, i poeti, i filosofi ecc.: il pop italiano è cambiato, ora si […]

N-A-I-V-E-S (2017)

Pensare che N-A-I-V-E-S (d’ora in poi Naives, altrimenti ci metto due giorni a scriverlo con i trattini ogni volta), sia nato durante una notte londinese gelida e ventosa, fa proprio strano; già perchè le musiche, le sensazioni e i colori che il duo anglo/francese trasmette con il loro album sono tutt’altro che gelide e ventose. […]

I SEE YOU (2017)

Ho ascoltato il nuovo degli xx ieri notte e stamattina. Le aspettative erano veramente tante e, come spesso succede in questi casi, non sempre vengono rispettate; anche perchè gli xx ci hanno abituati a cose meravigliose con i precedenti due album. I See You è chiaramente un album di mezzo, se da un lato mantiene ancora […]