Skip to main content

POTENZE DELLA NATURA – I GRANDI CANTANTI METAL (parte 2)

Non potevo non tornare, viste le assenze importanti nella prima parte, a parlare di grandi cantanti metal.

In questo secondo capitolo ho deciso di proporne una decina, sforzandomi di concludere il discorso, anche se molti grandi, per forza, verranno comunque tagliati fuori.

Questo non vuole essere un elenco esaustivo ma piuttosto un amichevole invito all’ascolto, partendo dalla certezza che questi cantanti meritino di essere ascoltati.

Ci tengo a precisare che NON SI TRATTA DI UNA CLASSIFICA: sarebbe troppo imbarazzante per me paragonare voci tanto diverse ma altrettanto efficaci.

Terza puntualizzazione -sono pedante, lo so e vi chiedo perdono-: non ho considerato in questi elenchi le grandi voci del rock o dell’hard rock ma solo dell’heavy metal (tagliando fuori quelle troppo violente o cattive perché potevano risultare di difficile ascolto). Sono quindi esclusi mostri sacri quali Ian Gillan, Dee Snider, Steve Tyler, Paul Stanley, Bon Scott, Axel Rose, J. S. Bach e chi più ne ha più ne metta.

Bene, si continua!

 

Dio_EvilEye6-      RONNIE JAMES DIO

In un’intervista degli anni ’70 affermava che i draghi di cartapesta, scenografia dei primi tour, gli ricordavano i suoi sogni di bambino. Così è vissuto Ronnie James, padre fondatore del genere, ex Rainbow e Black Sabbath, inventore del gesto delle corna, e così è morto: cantando come un bambino sul palco di una recita. Felice di fare il più bel lavoro del mondo ha sempre dato tutto.

Questo video è del 2003 e lui aveva 61 anni..!!!

 

eric_adams___manowar_by_fonteart-d5f8fbf7-      ERIC ADAMS

La voce dei “kings of metal” non può essere al di sotto della nomea di cui loro stessi, da bravi tamarri, si coronano.

Avrei potuto mettere il video del suo “Nessun dorma” (da brivido!) ma poi ho trovato questo: un’allegra rimpatriata fra Manowar ed ex membri della band in cui la sua voce si erge possente come un tuono sovrastando 3 batterie, 3 chitarre distorte e il basso di Joey De Maio (che vale per 3). Dal minuto 7.30 inizia a fare sul serio…

 

timo8-      TIMO KOTIPELTO

Voce limpida come i ghiacci del nord da cui proviene egli è, insieme a Michael Kiske e Andre Matos (vedi sotto), uno dei pochissimi in grado di salire fino a prendere note impossibili. Gli Stratovarius han provato a rimpiazzarlo dopo la sua decisione di lasciare la band, ma l’unica persona in grado di cantare i loro brani senza perdere i testicoli è stata una donna…

 

james_hetfield__metallica_by_disse86-d5k8gij9-      JAMES HETFIELD

Leader della prima band heavy metal a entrare nella R&R Hall of Fame, inventore del trash metal, punto di riferimento per generazioni di musicisti. Aggressivo, potente e carismatico, egli possiede personalità da vendere (purtroppo in tutti i sensi…)!

E comunque è il frontman dei Metallica… se lo conoscete tutti ci sarà un motivo!

 

andre-matos410-    ANDRE MATOS

Ex voce (e che voce!!!) dei brasiliani Angra, ha fatto la storia del power metal. Con gli Shaman, poi, ha continuato a pubblicare album molto interessanti campando di fatto, però, sui vecchi classici da “Angels cry” piuttosto che da “Holy land”. Questo è uno di quelli.

 

simone-simons-tarja-tarja-turunen-Favim.com-15926111-    HEAVY WOMEN

Una parentesi rosa è doverosa! Dalla bellissima Simone Simons a Tarya, da Sarah Brightman a Tristania, il metal si orna della presenza di donne dalla voce impostata ed educata da anni di scuola lirica. Commistione ardita forse? Mai miscela fu più riuscita!

Un fiore a ciascuna.

 

Johnny+Gioeli+36104585812-    JOHNNY GIOELI

Dal vivo è perfetto, posso confermarlo. Coinvolgente, regge il palco che è una meraviglia e canta ancora meglio. Tenendo conto del fatto che è molto più difficile eseguire un brano lento senza perdere l’intensità, piuttosto che un brano speed, allora le meravigliose raccolte di ballads degli Axel Rudi Pell dimostrano quanto sto affermando.

 

 

warrel-dane-113-    WARREL DANE

I Nevermore vengono da Seattle, “ridente” città piovosa degli States che ha visto nascere fra le sue mura il movimento Grunge (allegria!) e che vanta il maggior numero di suicidi all’anno. Non c’è da stupirsi, dunque, che i loro brani siano “leggermente” depressi e disperati. Lui però ha una voce pazzesca e non posso non segnalarvelo!

PS: Nevermore + Annihilator + Soilwork (2001) è stato il mio primo concerto metal.

 

Jonathan+Davis+kornJonDavis14-    JONATHAN DAVIS

Indeciso fino all’ultimo se includerlo o meno nella “famiglia”, mi sono fatto convincere da questo video e dal pensiero che, comunque, i Korn hanno inventato il nu-metal e quindi meritano attenzione (anche se il genere può non garbare).

Voce malata, o meglio schizofrenica, passa dal pulito al growl esplosivo con una facilità e un effetto indubbiamente interessanti…

 

15-    CHRISTMAS PRESENT

Volevo concludere con Geoff Tate, divino cantante dei Queensryche (ascoltatevi “Operation mindcrime” perché è un album stupendo!) ma poi ho trovato questo video e nonostante la pessima qualità, ho pensato che l’abbraccio finale tra Halford (Judas Priest), Tate e Dickinson meriti di essere incorniciato. Ovviamente è Rob Halford, the “Metal God”, che fa gli onori di casa e suo è pure il brano: “the one you love to hate”, dal suo bellissimo album solista “Resurrection”.

Tre piccioni con una fava, e che piccioni!!! Regalo di natale ad agosto… e perché no!?

 

PS: Ho visto dal vivo buona parte di questi artisti ma a ogni concerto a cui vado o a cui ripenso mi verrebbe voglia di impolpare la lista, quindi… continuate voi!

STAY HEAVY!

Brian

Amo mangiare, bere, dormire e... Cosa mi distingue da un grosso orso? Pochi peli e l'amore per la musica. Genere preferito? Femminile, naturalmente! PS: sono marito, padre e professore, ma questa è un'altra storia...

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.