Skip to main content

Sono andato a vedere CARL BRAVE X FRANCO 126 (ed era meglio se stavo a casa) @Magnolia 30/08/2017 Milano

Sono andato a vedere Carl Brave x Franco 126, il duo rap/indie/trap che, in poco tempo, è diventato un vero e proprio culto popolare (pop).

Carl Brave x Franco 126 @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti

Per chi non sa proprio nulla di loro e si è trovato su questa sperduta pagina dell’internet a caso, vi basti sapere che Carlo Luigi Coraggio e Franco Bertollini sono due rapper de Roma, che è uscito quest’anno il loro album di debutto, Polaroid (Bomba Dischi), e che gli addetti ai lavori si son trovati tutti d’accordo nell’esprimere parole molto positive nei confronti del disco. Pure noi del maiale abbiamo detto la nostra che potete leggere QUI.

A noi il disco è piaciuto molto molto, soprattutto per naturalezza dei testi e la presenza (ogni tanto) dei fiati

Mi son recato al concerto molto prevenuto, portandomi dietro commenti negativissimi di amici che avevano già visto i due trasteverini al MI AMI dello scorso maggio. Di conseguenza la mia linea di pensiero preimpostata ad hoc per la serata era del tipo: ok vado, ascolto, disprezzo, confermo il disprezzo altrui, torno a casa dicendo “eh si ma me lo aspettavo” dandomi da solo pacche sulle spalle.

Frah Quintale live @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti

Ecco com’è andata realmente:

  • Andare al Magnolia è già un’ansia perchè mi da l’idea di andare in Bosnia ed Erzegovina;
  • La prima impressione che ho avuto è stata: “esticazzi” c’è più gente qui che ad un concerto di Justin Bieber;
  • Età media bassissima, mi sentivo tipo il Grande Puffo;
  • C’erano un sacco di macchine con dentro genitori che aspettavano i figli;
  • Non ho fatto in tempo a vedere Frah Quintale (mio grande idolo), causa ritardo del mio amico detto Er Betulla;
Carl Brave x Franco 126 @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti

Il live di Carl Brave X Franco 126 più che un concerto lo definirei come una grande festa / “situazione”, dove le canzoni nulla c’entrano con il disco e che dal vivo rendono proprio poco. L’audio e le performance vocali non hanno convinto, forse causa anche la mia posizione defilata, ma certi brani proprio bocciati; si sentivano male e la seconda voce sembrava più quella di un Muezzin che altro: naaaaa, aaaaaah, eeeeeeh, naaaaa, aaaaaah.

Per non farmi mancare proprio nulla, mi son scelto il posto accanto alla fan numero uno del pianeta terra dotata di una voce che più “graziosa” non si può; il concerto si è tramutato ben presto in un featuring del tipo Carl Brave x Franco 126 x Fan Girl Spacca Timpani 126 Decibel

I brani venuti meglio sono Tararì Tararà e Noccioline, uniche due canzoni che son riuscite a far muovere le mie gambe piantonate a terra a mo’ di idranti. 

Franchino e Carlino non intrattengono per niente, le uniche cose che dicono sono: “fate più caciara!!”, e poi “Milanoooo, ci siete?!?”, e poi “daje fate caciara!!!”, e ancora “fate più caciara”. Mamma che noia veramente. Il concerto dura un 40 minuti con tanto di “fintone” con uscita dal palco per poi tornare a chiudere con l’invocatissima Pellaria e poi Sempre in Due.

C’è spazio anche per il bis rivisitato di Noccioline e Tararì Tararà e devo dire che queste versioni più veloci mi son piaciute molto.

 

PELLARIA @carlbravexfranco126 #Pellaria #carlbravexfranco126 #Polaroid #Milano

Un post condiviso da InTheFlesh (@blogintheflesh) in data:

L’amore che ho per Polaroid vince nettamente sul live dell’altra sera, Carl Brave X Franco 126 hanno inventato un genere e raccolto a se un sacco di gente che nelle loro canzoni ci si è ritrovata molto, ed è questo il bello della musica.

Per adesso però me li ascolto in cuffietta che è meglio; per il live conviene aspettare ancora un po’.

Frah Quintale live @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti
Carl Brave x Franco 126 @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti
Carl Brave x Franco 126 @ Magnolia Milano – Ph. Anna Lisa Botti

 

 

Mario

Laureato in economia, ma ciò che amo veramente è la musica e provo anche a scriverci qualcosa. “A Beethoven e Sinatra preferisco l’insalata, a Vivaldi l’uva passa che mi dà più calorie“
Follow @guerci_mario

Rispondi